PIASTRA LISCIANTE/gli errori da non fare. Decalogo per avere capelli lisci ed in forma

_T0A5947

Avere i capelli lisci, sempre in ordine e senza l’effetto “stamattina ho fatto tardi” è un must per molte donne che ricorrono quasi quotidianamente all’utilizzo della piastra per capelli.

Se usata bene la piastra lisciante non danneggia i capelli ma appunto, occorre un pizzico di attenzione e bisogna seguire i consigli  dell’esperto in questo caso il maestro delle acconciature raccolte Filippo Sepe:
1: per fare un buon lavoro serve un buon attrezzo. Se potete dunque, fatevi consigliare dal vostro consulente di bellezza o parrucchiere che certamente si tiene aggiornato sulle tipologie di ferri in circolazione e sulle innovazioni tecnologiche.

La regola generale da seguire consiste nello scegliere una piastra con placche in ceramica a emissione di ioni.

Questo tipo di piastre mantiene il capello in salute permettendogli di conservare lucentezza ed elasticità nonostante la stiratura, inoltre emettendo ioni negativi eliminano l’elettricità statica permettendo una stiratura più efficace e duratura.

2: le dimensioni contano! Se abbiamo capelli molto spessi scegliamo un piastra più larga (4-5 cm) se invece i nostri capelli sono più fini optiamo per un attrezzo dalle placche più strette.

3: attenzione alla temperatura. Può sembrare quasi superfluo come consiglio ma in realtà molto spesso facciamo l’errore di utilizzare la nostra piastra lisciante ad una temperatura troppo alta rispetto al nostro tipo di capello o troppo bassa e questo ci costringe a ripassare più volte!

4: asciughiamo molto bene i capelli prima di passare la piastra. Anche se abbiamo fretta secchiamo bene i capelli, meglio se all’aria evitando il phon per non creare l’effetto calore+calore.

Passare la piastra sui capelli umidi causa un surriscaldamento improvviso e troppo rapido del fusto, lo shock termico che ne consegue fa spezzare i capelli e crea le doppie punte.

5: utilizzare un prodotto specifico è necessario. Non farlo significa scegliere deliberatamente di rovinare i nostri capelli. Utilizziamo quindi un buono spray termoattivo meglio se all’acido ialuronico e cheratina che nutre i capelli mentre li protegge.

Lo spray termo attivo _T0A6163creerà un film protettivo su radici e lunghezze proteggendole dagli shock termici.

6: A proposito di spray termo protettivo è bene ricordare che il prodotto si deposita sui nostri capelli e naturalmente anche sulla piastra. I residui di spray sulle placche potrebbero bruciare e diventare appiccicosi, quindi puliamole bene prima di ogni utilizzo con un batuffolo d’ovatta e un prodotto delicato.

7: pettiniamo bene i capelli. Eliminare ciocca per ciocca tutti i nodi permetterà alla piastra di scivolare meglio evitando l’effetto crespo.

8: attenzione al movimento che facciamo quando stiriamo le ciocche. Non tiriamo verso il basso, anche se ci sembra il movimento più naturale da fare, partiamo sempre dalle radici e, al posto di arrivare alle punte seguendo la gravità, proviamo a direzionare la piastra verso l’alto con un angolo di 45°, in questo modo avremo i capelli lisci evitando l’effetto piatto.

9: lasciamo “raffreddare” i capelli. Prima di fare una coda o mettere forcine e fermagli nei capelli aspettiamo che abbiano perso il calore della stiratura, contrariamente prenderanno la piega delle forcine o degli elastici e l’effetto liscio svanirà in fretta.

by Simona Sieno

Lascia una risposta